Stop AstraZeneca Italia, l'Aifa: "Precauzione ma vaccino è sicuro"

Stop AstraZeneca Italia, l'Aifa:

Francia: "Stop fino a decisione dell'Ema" - La Francia sospende la somministrazione del vaccino AstraZeneca fino a martedì, in attesa del parere dell'Ema, l'agenzia europea del farmaco.

In mattinata anche Il ministero della Salute tedesco seguendo l'indicazione del Paul Ehrlich Institut, che aveva consigliato in via precauzionale "ulteriori approfondimenti" ha bloccato il vaccino.

L'Aifa, in coordinamento con Ema e gli altri Paesi europei, "valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione e renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose". "Abbiamo fiducia che già nelle prossime ore l'agenzia europea possa chiarire definitivamente la questione", afferma Speranza. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei come Francia e Germania.

Il PRAC sta esaminando tutti i casi di eventi tromboembolici e altre condizioni correlate ai coaguli di sangue, segnalati dopo la vaccinazione con il vaccino COVID- 9 AstraZeneca. "La campagna vaccinale lombarda - ha detto - sta spingendo sull'acceleratore e siamo la prima regione del Paese a superare il milione di dosi inoculate".

La Germania ha comunque spiegato di conoscere "la portata di questa decisione che non è stata presa a cuor leggero".

"Adesso saremo spronati - ha concluso - a dedicarci con ancor più determinazione ed entusiasmo al fine di vaccinare tutta la popolazione lombarda entro giugno, consapevoli che riuscire in questo obiettivo significherà assestare un colpo importante all'incubo pandemico e ridare speranza ai nostri concittadini sul fronte sanitario, sociale ed economico".

L'Aifa ha deciso di sospendere in precauzionale l'utilizzo del vaccino prodotto da AstraZeneca in attesa del pronunciamento dell'Ema.

L'Olanda, che ieri sera, 14 marzo, ha sospeso la somministrazione del vaccino contro il coronavirus di Astrazeneca per due settimane, ha segnalato 10 casi sospetti di trombi in pazienti che avevano ricevuto il siero.

"La decisione della sospensione delle somministrazioni del vaccino Astrazeneca, per ragioni esclusivamente precauzionali, da parte di Aifa è stata assunta dopo un colloquio tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e il Ministro della Salute Roberto Speranza".