Pasqua in zona rossa. Ecco le regole

Pasqua in zona rossa. Ecco le regole

È possibile spostarsi per assistere parenti o amici non autosufficienti, purché si tratti di condizione di necessità.

Lo spostamento deve essere effettuato comunque nel rispetto del coprifuoco: quindi questo deve essere compreso tra le ore 05:00 e le 22:00 (entro quest'ora, quindi, bisogna essere tornati presso il proprio domicilio o residenza). Possono muoversi non più di due adulti insieme - con minori di 14 anni o disabili o non autosufficienti conviventi - tra le ore 5 e le 22. Resta comunque consentita l'attività motoria nei pressi della propria abitazione e l'attività sportiva individuale all'aperto (si può uscire anche dal proprio Comune in bici o di corsa).

A proposito di andare a trovare parenti e amici invece, secondo il decreto, il 3, 4 e 5 aprile sarà possibile effettuare una visita al giorno all'interno della regione. Per quanto riguarda gli spostamenti verso le seconde casa, l'ultimo decreto del governo ammette la possibilità per il nucleo familiare di spostarsi verso una seconda casa di cui si ha la proprietà o l'affitto da prima del 15 gennaio. Nel limite delle due persone non si tiene conto dei minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale, come pure delle persone con disabilità o non autosufficienti conviventi. Consentito ritorno alla residenza, domicilio o abitazione.

Pasqua e Pasquetta 2021 saranno ancora una volta segnate dal Covid.

Per gli appassionati di corsa e bici valgono inoltre ulteriori deroghe: è infatti possibile valicare il confine di un altro comune durante lo spostamento a piedi e in bicicletta "purché funzionale unicamente all'attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il comune di partenza".

"Rossa" insomma anche la prossima settimana, fino al 3 aprile quando le restrizioni massime varranno in tutto il Paese, in concomitanza con la Pasqua, da sabato 3 a lunedì 5 aprile.

Occorre precisare che, in periodi che non siano quelli citati (3-4-5 aprile) nelle zone rosse sono vietati tutti gli spostamenti verso le abitazioni private diverse dalla propria e che non siano dovuti a "motivi di lavoro, salute o necessità".

"Al netto di quanto stabilito dall'ordinanza regionale, vigileremo affinché anche i supermercati adottino misure di contingentamento degli ingressi - dichiara il sindaco, Tommaso Depalma - Perché è necessario che, oltre a contrastare gli assembramenti fuori dai locali commerciali, si presti la massima attenzione anche nei supermercati, luoghi particolarmente frequentati dalla popolazione". Rimane consentito andare a messa, scegliendo il luogo di culto "più vicino" a casa, o fare una passeggiata.

Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, tutta Italia sarà zona rossa.

Niente pranzo di Pasqua e Pasquetta al ristorante: bar e ristoranti sono chiusi, consentito il servizio a domicilio e asporto (fino alle 18 bar, alle 22 gli altri).