Militare italiano in arresto: ha ceduto documenti Nato a ufficiale russo

Militare italiano in arresto: ha ceduto documenti Nato a ufficiale russo

I due sono accusati di gravi reati legati allo spionaggio e alla sicurezza dello Stato. Un ufficiale della Marina militare italiana (un capitano di fregata) è stato arrestato ieri, martedì 30 marzo, dai carabinieri del Ros, dopo essere stato fermato con un ufficiale delle forze armate russe.

È stato colto in flagranza di reato mentre, in un incontro clandestino, consegnava documenti "classificati" a un ufficiale russo, per questo un militare della Marina italiana è stato arrestato dai carabinieri del Ros.

La Farnesina ha reso noto che il Segretario Generale del Ministero degli affari esteri, Elisabetta Belloni, ha convocato al Ministero questa mattina - su istruzioni del Ministro Luigi Di Maio - l'Ambasciatore russo in Italia, Sergey Razov.

Il capitano della Marina militare accusato di avergli venduto documenti riservati è invece in carcere. L'episodio dimostrerebbe come anche il nostro Paese sia coinvolto nella strategia offensiva russa.

Non è la prima volta che emergono rapporti tra italiani e russi per la cessione di materiale riservato.