Michele Quintiero, vigile morto dopo la somministrazione del vaccino Pfizer

Michele Quintiero, vigile morto dopo la somministrazione del vaccino Pfizer

Il 62enne, intorno alle 20:30 di ieri sera, ha accusato un malore che ne ha provocato la morte improvvisa. A perdere la vita questa volta Michele Quintiero, vigile urbano 62enne di Vibonati (Salerno).

L'agente di Polizia Municipale alle 19 si era recato presso l'ospedale di Sapri, nel salernitano, per assumere una dose del vaccino Pfizer.

Al momento non è possibile appurare con certezza un nesso tra il decesso e la somministrazione del siero. Il direttore sanitario dell'ospedale, Rocco Calabrese, ha chiarito da subito che "non è dimostrabile una relazione causale con la somministrazione del vaccino", avvenuta poco prima.

In questo gran polverone, AstraZeneca ha voluto sottolineare come "finora in tutta l'Europa e nel Regno Unito, su un totale di 17 milioni di soggetti vaccinati, ci sono stati 15 eventi di trombosi venosa profonda e 22 eventi di embolia polmonare segnalati tra coloro a cui è stato somministrato il vaccino, in base al numero di casi che la Società ha ricevuto all'8 marzo".

"Sono dunque sospese tutte le nuove vaccinazioni, sia per i cittadini over80, sia per il personale scolastico docente e non docente sia per le forze dell'ordine - fanno sapere dalla Regione - Saranno invece garantiti i richiami per i cittadini over 80 già vaccinati con Pfizer e Moderna nelle scorse settimane, che potranno recarsi nei punti di vaccinazione così come da programma per il completamento del ciclo vaccinale".

L'uomo quando è stato colto dal malore si trovava in casa con i familiari.

Ancora un decesso a poche ore dal vaccino. L'agente si era sottoposto al vaccino insieme ad un collega, in qualità di volontario della protezione civile.