Lombarda da lunedì 15 marzo di nuovo in zona rossa

Lombarda da lunedì 15 marzo di nuovo in zona rossa

Dal 15 marzo infatti tutte le Regioni "gialle" passano all'arancio e passano automaticamente al "rosso" tutte le Regioni in cui l'incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti, "sulla base dei dati validati dell'ultimo monitoraggio disponibile, cioè del monitoraggio della settimana precedente". Da ieri sono stati registrati altri 89 morti che porta il numero dei decessi a 29.093 da inizio pandemia in Lombardia. Rammaricato il presidente della Regione, Attilio Fontana: "La Lombardia purtroppo si prepara a diventare zona rossa".

"Ho appreso con grande rammarico che la mia richiesta di deroga per la scuola in presenza, dei figli del personale sanitario, non sia stata accolta e consentita nel Dl approvato dal Consiglio dei Ministri, nonostante lo stesso ministro Speranza, questa mattina, si fosse espresso favorevolmente", ha fatto sapere Fontana. "Mi auguro che sia l'ultimo sacrificio chiesto ai nostri cittadini perché poi spero che arrivino i vaccini necessari per iniziare la vaccinazione di massa, in modo che non debbano più esserci limitazioni alla nostra vita".

Necessario quindi un breve ripasso delle regole della zona rossa.

Ogni spostamento dall'abitazione andrà giustificato attraverso un'autocertificazione, sarà possibile uscire di casa solo per motivi di salute, necessità o lavoro.

Decade la deroga che consente a massimo due persone di andare a trovare parenti e amici una sola volta al giorno entro i limiti del coprifuoco. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

Da lunedì alle chiusure delle scuole, dei ristoranti e dei bar si aggiungeranno quelle di tutti i negozi che non sono legati al commercio dei beni di prima necessità.

Si potrà svolgere attività sportiva solo in forma individuale e all'aperto, mentre la motoria dovrà essere limitata alle prossimità della propria abitazione, sempre con distanze e dispositivi di protezione individuale a portata.