L'Aifa sospende utilizzo del vaccino AstraZeneca in tutta Italia

L'Aifa sospende utilizzo del vaccino AstraZeneca in tutta Italia

L'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco, ha deciso di estendere "in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell'EMA", il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid-19 "su tutto il territorio nazionale". L'AIFA, in coordinamento con EMA e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione. "Occorre quindi evitare che la prosecuzione delle relative somministrazioni sull'intero territorio nazionale possa causare ulteriori conseguenze (lesive o mortali) che vanno certamente evitate finché non si raggiunge completa certezza in ordine alla non riconducibilità del decesso alla somministrazione".

Il PRAC sta esaminando tutti i casi di eventi tromboembolici e altre condizioni correlate ai coaguli di sangue, segnalati dopo la vaccinazione con il vaccino COVID- 9 AstraZeneca.

Aifa fa sapere che renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione, incluse le modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose.

Subito dopo la decisione dell'Aifa, anche la Francia ha deciso di sospendere l'uso del vaccino AstraZeneca. Lo ha annunciato il ministero federale della Salute, spiegando che la misura è stata presa "in via precauzionale".

La posizione del PRAC è che i benefici del vaccino continuano a superare i suoi rischi e il vaccino può continuare a essere somministrato mentre sono in corso le indagini sui casi di eventi tromboembolici.

Giovedì 18 marzo sarà quindi l'Agenzia Europea per i medicinali, l'EMA, a fornire una nuova decisiva valutazione sulla sicurezza del vaccino.

Dopo i decessi e lo scandalo dei lotti di vaccino AstraZeneca ritirati, l'azienda farmaceutica anglo-svedese si difende.

Dopo questa comunicazione è stata sospesa l'attività di somministrazione del vaccino presso l'hub realizzato in Fiera a Messina, dove si utilizza proprio l'AstraZeneca per i pazienti senza patologie. Astrazeneca, al netto dei numeri sopraindicati, ha ribadito che "il dato è considerevolmente più basso di quanto ci si aspetterebbe che si verifichi naturalmente in una popolazione generale di queste dimensioni ed è simile per altri vaccini anti-Covid autorizzati".