In arrivo il primo treno Covid free

In arrivo il primo treno Covid free

In principio, era stata l'idea dei voli Covid free. "In collaborazione con Croce rossa faremo i test prima di salire a bordo sia a passeggeri e sia al personale", ha aggiunto Battisti assicurando: "Implementeremo questa soluzione soprattutto sulle destinazioni turistiche per l'estate e sarà un'occasione straordinaria per permettere a destinazioni come Firenze, Venezia, Napoli e tante altre di avere treni in assoluta sicurezza". Oggi, è stata annunciata la nascita del primo treno Covid free, che da aprile 2021 viaggerà tra Roma e Milano. Il treno però, "ha un utilizzo che può andare oltre al Covid - ha spiegato Luigi Corradi, amministratore delegato di Trenitalia -, è un piccolo ospedale indipendente che si può spostare in tutta Italia".

La nuova proposta del treno Covid-free ricorda la precedente novità introdotta da Alitalia: i collegamenti giornalieri Fiumicino-Linate riservati ai passeggeri Covid-tested, che avevano presentato un tampone negativo effettuato nelle 72 ore precedenti la partenza o avevano dato disponibilità allo svolgimento del test in aeroporto. È nato, infatti, il treno Covid Free. "Uomini e donne da sempre in prima linea quando si tratta di dare una mano in caso di emergenza come sto constatando in questi giorni andando a visitare i centri vaccinali che stiamo predisponendo su tutto il territorio lombardo". Una è il treno sanitario, l'altra l'inaugurazione dell'hub per le vaccinazioni alla stazione Termini di Roma. Esso, disponendo di 21 postazioni, sarà in grado di vaccinare 1.500 persone al giorno. È stato concepito a titolo di servizio sanitario integrativo, per supplire alle carenze delle strutture sanitarie territoriali, laddove la pressione sia diventata insostenibile per l'indisponibilità di posti letto.

"Può circolare in tutta Europa, non c'è un altro esempio come questo". Il treno può trasportare in 8 carrozze fino a 21 malati, non solo di covid.

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL TRENO - Il convoglio è stato progettato per offrire un livello di assistenza sanitaria fino alla terapia intensiva, anche in biocontenimento, con la possibilità di integrare altre carrozze con ulteriori funzioni medico-sanitarie. "La direzione di marcia è quella giusta", ha detto Speranza.

Quanto all'hub ferroviario vaccinale di Roma Termini si tratta del primo esemplare in Italia: un'area della stazione adibita a punto vaccinazioni.

Sono disponibili 21 postazioni, due delle quali per disabili. "Oggi è un giorno importante - ha proseguito Battisti - perché presentiamo tre iniziative importanti assieme a due grandi istituzioni del Paese: la protezione civile e la Croce Rossa", in collaborazione con "la Regione Lazio, la Regione Lombardia e il ministero della Salute".