Forte sisma di magnitudo 6.9: ora è allarme tsunami

Forte sisma di magnitudo 6.9: ora è allarme tsunami

Erano le 2,27 del mattino quando a largo della Nuova Zelanda si è verificata una fortissima scossa di terremoto rivelata dai sismografi con magnitudo di 6.9 gradi. Dopo il sisma è stata diramata un'allerta tsunami, come accade sempre in casi di questo tipo. L'epicentro è stato localizzato a 178 km a Nord-Est di Gisborne. A seguito della scossa è stato lanciato un allarme tsunami. Poi alle 20:28 italiana (ore 8:28 locali) si è verificato un altro sisma di magnitudo 8.1 ad una profondità di 2km. A diramare l'allerta tsunami il Pacific Tsunami Warning Center.

"Chiunque si trovi vicino alla costa e abbia avvertito un lungo e forte terremoto deve spostarsi immediatamente verso il più vicino terreno elevato, o il più possibile nell'entroterra", ha avvertito con un tweet la protezione civile neozelandese. La popolazione quindi è stata avvisata.

Terremoto di magnitudo 8.1 al largo della Nuova Zelanda: centinaia di persone in fuga
Forte sisma di magnitudo 6.9: ora è allarme tsunami

Quel giorno molti edifici, tra cui anche la cattedrale cittadina, rimasero danneggiati e crollarono: oltre ai 185 morti, ci furono più di 1000 feriti e non accertati i dispersi. Per avere nuove notizie sulla scossa di oggi, invece, bisognerà attendere ancora.