Covid Piemonte, 1.609 nuovi contagi e 20 morti: bollettino

Covid Piemonte, 1.609 nuovi contagi e 20 morti: bollettino

Con i dati alla mano, la Regione sta già cercando di scongiurare il possibile blocco di intere provincie. È questo l'annuncio del Governatore del Piemonte Alberto Cirio nel corso dell'incontro virtuale che ha tenuto con i sindaci dei comuni che, dalle 19 di ieri, sono stati dichiarati zona rossa. "Dobbiamo fare di tutto nei prossimi giorni affinché non aumentino i Comuni in zona rossa - il commento di Roberto Colombero, presidente Uncem Piemonte -". In tali località è sospesa l'attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado ed è disposta la didattica a distanza per gli studenti che vivono nell'area, ma frequentano le lezioni in altri centri non inseriti in zona rossa. I lockdown in tutta la regione salgono così a 22.

Torino - "Valuteremo il da farsi per quanto riguarda le scuole con i dati sotto mano Comune per Comune con uno studio commissionato e che viene presentato proprio in questi minuti all'Unità di Crisi".

Ciò che preoccupa di più, ha ribadito il governatore, è la variante inglese: "Ormai metà dei casi in Piemonte sono da variante inglese, che corre di più, è più veloce e quindi ti chiede di anticipare di più le misure che avresti adottato con un'altra tempistica parlando di Covid 'tradizionale'".

"Sono d'accordo con il metodo del nuovo governo - ha detto Cirio - anche perché siamo ascoltati come Regioni a 48 ore prima dlele decisioni". Oggi è la giornata in cui si fanno le valutazioni tecniche per ogni Comune per verificare se sussiste uno dei tre casi.