Covid, il Lazio spera di diventare arancione prima del lockdown di Pasqua

Covid, il Lazio spera di diventare arancione prima del lockdown di Pasqua

Lazio zona arancione nella settimana di Pasqua. Il 15 marzo tutte le regioni in fascia gialla sono passate in fascia arancione, colore che attualmente regola la vita delle persone in Basilicata, Bolzano, Toscana, Abruzzo, Calabria, Liguria, Sicilia, Umbria e Valle d'Aosta. La seconda regione su cui si concentrano gli scienziati e i tecnici è la Calabria. La regione amministrata da Antonino Spirlì ha visto crescere l'RT e anche i dati sulla tenuta delle strutture sanitarie non sono incoraggianti. Invece, come abbiamo detto, per tutte le Regioni entrate nell'area con le misure più severe lunedì scorso (Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Veneto, Puglia e la Provincia autonoma di Trento) bisognerà aspettare almeno un'altra settimana per avere dei cambi di colore. L'Assessore D'Amato è fiducioso e ai microfoni della trasmissione Che Giorno è di Rai Radio 1 ha dichiarato: "Io credo che due settimane saranno ampiamente sufficienti per ricondurre questo coefficiente Rt sotto la soglia di allerta". Molti governatori confidano tuttavia nel report che sarà pubblicato il prossimo 26 marzo. Il monitoraggio del 19 marzo servirà dunque per fornire indicazioni, ma quello determinante arriverà il 26 marzo. "Se i valori saranno in discesa ci potrebbe essere il passaggio delle rosse in arancione e la riapertura di alcune attività con una nuova ordinanza e dal 29 marzo potrebbero quindi riaprire tutti i negozi, i parrucchieri, i barbieri, i centri estetici", scrive sempre il Corriere.

Dal 15 marzo mezza Italia è in zona rossa e l'altra metà in zona arancione, una disposizione che andrà avanti fino a Pasqua. Nelle regioni gialle si applicano le restrizioni della zona arancione (divieto di spostamento dal comune di residenza, bar e ristoranti chiusi tranne che per l'asporto).

La Toscana, come dicevamo, rischia di passare alla zona rossa a causa dei famosi contagi che si avvicinano ai 250 casi su 100mila abitanti. Osservate speciali sono anche la Liguria e la Valle D'Aosta, che stanno arrivando al limite per passare nella fascia più rischiosa mentre il Molise potrebbe passare dalla zona rossa a quella arancione.