Covid, commissario Figliuolo: "Sicilia è prima per vaccini"

Covid, commissario Figliuolo:

Il generale ha trovato "un ambiente ottimale", anche se "ci sono molte cose fare" e "il presidente della Regione, Nello Musumeci, mi ha elencato gli aspetti che vuole incrementare".

"Visite come queste si svolgeranno a breve anche nelle altre Regioni, per conoscere da vicino gli sforzi in corso nella campagna vaccinale da parte delle amministrazioni e degli operatori, con l'obiettivo di acquisire e condividere buone prassi, affinché vi sia rapidamente omogeneità di risultati a livello nazionale e nessuno rimanga indietro", ha aggiunto il generale Figliuolo al termine della giornata.

Sono 18.770, tra cui 11.840 ultraottantenni, le persone che in Piemonte questo sabato hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate all'Unità di Crisi della Regione Piemonte (dato delle 17.30). "Bisogna trovare nuovi hub e nuovi punti di vaccinazione". Le vittime sono state 23 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.558. Negli ospedali i ricoverati sono 940, venti in meno rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 127, sei in piu'. Il generale, dopo un incontro in prefettura, ha visitato l'hub vaccinale della città dello Stretto - realizzato all'interno della Fiera campionaria - dove è stato accolto dal capo della protezione civile regionale, Salvatore Cocina, dal commissario per l'emergenza Coronavirus nel territorio della Asp di Messina, Alberto Firenze, e dal direttore dell'azienda sanitaria, Dino Alagna.

"La catena delle risorse umane c'e' - ha sottolineato Musumeci - ma manca la materia prima. C'e' stata una brusca frenata legata alla vicenda di AstraZeneca perche' si e' creata la psicosi, ma adesso sono riprese le prenotazioni".

Annunci sui vaccini in arrivo anche dal presidente della Regione, Nello Musumeci. La Sicilia di un personale paramedico e medico particolarmente motivato, la Sicilia che si conferma oggi la prima regione d'Italia per numero di vaccini somministrati.