Covid-19, via libera a vaccinazioni in farmacia: ministro Speranza firma protocollo

Covid-19, via libera a vaccinazioni in farmacia: ministro Speranza firma protocollo

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato il protocollo con le Regioni e i professionisti sanitari, definendo l'intesa "un passo importante per rendere la campagna più veloce e capillare". Aggiungendo: "La campagna di vaccinazione è la vera chiave per chiudere questa stagione così difficile".

Lo ha confermato il ministro della Salute Robeto Speranza.

In base all'accordo quadro tra governo, regioni, Federfarma e Assofarm, faranno eccezione "le vaccinazioni nei confronti dei soggetti ad estrema vulnerabilità o con anamnesi positiva per pregressa reazione allergica grave/anafilattica", che dovranno essere invece somministrate in centri medici.

Nero su bianco l'accordo per poter effettuare le vaccinazioni nelle farmacie italiane. Sulla base della Legge di Bilancio 2021, è quindi consentita, in via sperimentale, per l'anno 2021, la somministrazione dei vaccini anti-SARS-CoV-2 nelle farmacie aperte al pubblico "da parte di farmacisti opportunamente formati e previa acquisizione del consenso informato". Prima dell'iniezione andrà raccolto il consenso informato.

Quanto alle retribuzioni, "è riconosciuta alle farmacie una remunerazione pari ad euro 6,00 per l'atto professionale del singolo inoculo vaccinale". L'onere della distribuzione delle dosi spetterà alle aziende sanitarie locali competenti sul territorio. La notizia è stata resa ufficiale da Roberto Speranza, ministro della Salute, attraverso un post visibile sulla propria pagina Facebook. "Daranno così un contributo significativo al raggiungimento dell'obiettivo di ottenere al più presto una copertura vaccinale adeguata". Se necessario, in caso di grave anafilassi con pericolo di vita, il farmacista somministrerà adrenalina intramuscolo. Allo scopo di assicurare la tracciabilità del vaccino, il farmacista inserirà dunque nel sistema informatico, mediante le proprie credenziali, tutti i dati richiesti dalla procedura informatica per tracciare l'avvenuta vaccinazione.