Usa, arresto shock bambina 9 anni: agenti polizia sospesi

Usa, arresto shock bambina 9 anni: agenti polizia sospesi

E le hanno spruzzato una sostanza irritante sugli occhi perché si rifiutava di entrare nell'auto.

E poi il collega che le dice: "a questo punto spruzza lo spray urticante" e dopo la bambina che piange per il bruciore: "Per favore pulitemi gli occhi".

La polizia è intervenuta dopo aver ricevuto una segnalazione in cui si diceva che questa bambina aveva minacciato di far male a sé stessa ma anche alla madre. "Quanto accaduto è qualcosa che nessuno di noi dovrebbe voler giustificare", ha detto Warren, aggiungendo di aver visto "il viso del suo bambino" quando ha guardato la bambina di 9 anni. Stavolta l'episodio scatenante è l'utilizzo da parte di una pattuglia di spray urticante contro una bambina di appena 9 anni, ammanettata e trascinata in maniera brusca verso la volante.

Nel video completo (che dura circa 17 minuti) si distinguono chiaramente gli istanti in cui gli agenti ammanettano la piccola, mentre quest'ultima cerca di dileguarsi. Dopo essere stata portata all'ospedale, la bambina è stata dimessa ed è tornata dai suoi genitori.

"Non starò qui a sostenere che usare lo spray urticante su una bambina di 9 anni è una pratica giusta; non lo è e non rappresenta quello che è il nostro dipartimento".

La sindaca afroamericana di Rochester, Lovely Warren, ha condannato l'uso della forza contro una bambina, preannunciando un'inchiesta interna. L'episodio è avvenuto a Rochester, cittadina dello Stato di New York già teatro nel marzo scorso di un altro fatto che provocò un'ondata di manifestazioni di protesta: la morte di Daniel Prude, un afroamericano anch'egli con problemi mentali, tenuto a terra con la forza da alcuni poliziotti che gli avevano ricoperto il capo con un cappuccio dopo che l'uomo aveva sputato contro di loro affermando di avere il Covid.