Partite le vaccinazioni "anti Covid" tra gli over 80 al Polo Sanitario

Partite le vaccinazioni

La platea dei cittadini che saranno vaccinati e i compensi per i medici saranno definiti negli accordi regionali (tra l'altro già sottoscritti in metà delle Regioni). Sarà la struttura commissariale a fornire le dosi e i medici dovranno aggiornare l'anagrafe vaccinale.

Per i restanti, circa 16mila ottantenni comaschi che non hanno dato comunicazione, la Regione promette di attivarsi per raggiungerli ed avvisarli, non è chiaro però come.

La campagna vaccinazioni sugli Over 80 è giunta ad un totale di 3.591 somministrazioni. "Obiettivo evitare le carenze dell'ultima campagna di vaccinazione antinfluenzale".

Il modello è quello inglese, e dunque ora l'ipotesi è non perdere tempo prezioso e usare più dosi possibili per più persone usando le fiale AstraZeneca che già si dispongono, senza accantonarle per i richiami. Oggi, comunque, nessun anziano convocato è andato via senza iniezione e Matarrese fa sapere che non ci saranno problemi nemmeno per i prossimi giorni: saranno 144 gli ottantenni vaccinati domani.

Sono ancora ferme le prenotazioni, presso i medici di medicina generale, dei vaccini anti covid da parte del personale scolastico.

La parola d'ordine è vaccinare di più per battere le varianti che mantengono alti i numeri del contagio. Sono 576 le vaccinazioni programmate. "Di questo passo ci metteremo mesi a vaccinare tutti gli over 80 di Prato".

Il tema è stato discusso nell'ultimo vertice della conferenza delle regioni, che nel loro documento finale rivolto al Governo hanno chiesto e ottenuto tra i vari provvedimenti che "ogni regione italiana sia messa nelle condizioni di poter garantire la vaccinazione ai propri insegnanti residenti e assistiti, indipendentemente dalla regione in cui prestano servizio".

"Nell'ambito degli Accordi regionali potrà essere poi disciplinato per le finalità del protocollo anche l'utilizzo delle risorse (25 mln) incrementate dalla legge di Bilancio per il fondo per la qualità dell'assistenza previsto dall'Acn e che nello specifico servirà al pagamento del personale infermieristico". Se dovessero esserci novità in termini di forniture cominceremo a coinvolgere anche altri siti di vaccinazione.