Morto suicida l'ex sottosegretario Antonio Catricalà

Morto suicida l'ex sottosegretario Antonio Catricalà

L'ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Garante dell'Antitrust, Antonio Catricalà è morto. La dinamica dell'accaduto è ancora da ricostruire: al momento è noto soltanto che il suicidio sarebbe avvenuto questa mattina, tra le 9.30 e le 10. "Catricalà è stato una figura che ha onorato e riempito d'orgoglio la sua città e la Calabria".

"Purtroppo quella di oggi non è una bella giornata". Questo quanto riferito dai primi soccorsi che sono intervenuti nella sua casa a Roma.

L'aula ha reso omaggio all'ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio e ex Garante dell'Antitrust, con un minuto di raccoglimento in aula.

Catricalà aveva Sessantanove anni, compiuti lo scorso 7 febbraio, aveva ricoperto l'incarico di presidente dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per sei anni, dal 2005 al 2011. Avvocato cassazionista, è stato magistrato del Consiglio di Stato della Repubblica italiana. Era anche professore straordinario di Diritto Privato presso l'Universitas Mercatorum di Roma. Nato a Catanzaro, e laureatosi in giurisprudenza all'università La Sapienza, nel 2013 è stato anche viceministro per lo Sviluppo economico nel governo di Enrico Letta. Nel settembre del 2014 è stato candidato dal centrodestra a giudice della Corte Costituzionale. Dopo avere fondato la Law Academy diviene partner dello Studio Lipani Catricalà & Partners e nel 2015 era stato nominato presidente dell'Oam - Organismo per la gestione degli Elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi.