Membro Congresso Usa contagiato dal coronavirus nonostante 2 dosi vaccino Pfizer

Membro Congresso Usa contagiato dal coronavirus nonostante 2 dosi vaccino Pfizer

È accaduto in Florida, dove sarebbero con precisione 1.160 le dosi di siero della Pfizer ormai inutilizzabili.

A causa del banale errore di un operatore sanitario in Florida, a Palm Beach sono state distrutte più di 1.100 dosi del vaccino di Pfizer. La vicenda è accaduta nel Palm Beach County Health Care District, l'errore è stato scoperto dai dipendenti, venerdì 29 gennaio nel corso di controllo di qualità, prima che iniziassero le inoculazioni.

Questo tipo di vaccino infatti deve essere conservato ad una temperatura di -70°C per preservare alcuni dei suoi componenti, e può essere conservato in un normale frigorifero entro i 5 giorni della somministrazione. Alla luce dell'incidente, i funzionari hanno trasferito "tutte le forniture di vaccini in un luogo sicuro con il backup del generatore di corrente 24 ore su 24, 7 giorni su 7".

Al momento nel distretto sono state iniettate quasi 25.000 dosi del vaccino a partire dallo scorso 23 dicembre 2020.

Nonostante l'avvio della vaccinazione di massa negli Stati Uniti con i preparati Moderna e Pfizer sono stati segnalati contagi, effetti collaterali e persino decessi tra alcune persone a cui era stato somministrato il vaccino.

La Tarpey ha osservato che il rappresentante democratico al Congresso è asintomatico e "si sente bene" e come da prassi in questi casi è in autoisolamento.