Covid, vaccino: Astrazeneca taglia del 15% dosi in consegna

Covid, vaccino: Astrazeneca taglia del 15% dosi in consegna

AstraZeneca, il cui vaccino è destinato alla popolazione scolastico, ha deciso di operare un taglio del 15% sulle dosi in arrivo: meno vaccini nel Lazio e in Emilia Romagna e via via nelle altre regioni d'Italia. Noi ce la stiamo mettendo tutta ma con questa incertezza è tutto più difficile.

Lo ha detto l'assessore regionale alle Politiche Sanitarie, Raffaele Donini, all'ospedale Maggiore di Bologna in occasione della Giornata nazionale degli operatori sanitari. Il taglio dei vaccini, comunicato in queste ore alle Regioni, è oggetto anche della Conferenza delle Regioni di oggi.

"Febbraio è un mese sfortunato - ha detto amaramente Bordon - da questo punto di vista, confidiamo in una ripresa a marzo. Moderna e Pfizer sembra che consegneranno regolarmente", ha concluso il direttore dell'Ausl.

Mi domando come si possano conciliare le presunte offerte di mediatori proposte ad alcune regioni su mercati paralleli per il vaccino Astrazeneca con l'acclarata riduzione?, dichiara l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. "La prossima settimana il nostro sistema sanitario riceverà infatti 10.100 dosi invece della 11.300 previste", ha confermato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando che "la riduzione è contenuta, ovvero il 10 per cento, non inciderà in maniera rilevante sulla campagna vaccinale e sulle agende definite dalle aziende sanitarie tuttavia non possiamo registrare che invece di accelerare rischiamo di rallentare". "Speriamo però che arrivino i vaccini".