Caso Navalny: in manette anche la moglie Yulia

Caso Navalny: in manette anche la moglie Yulia

Il personale di Navalny ha chiesto che la protesta si tenesse a Mosca piazza Lubyanka, sede della Servizio di sicurezza nazionale, che secondo lo stesso Navalny è responsabile del suo avvelenamento. Tra questi anche 82 giornalisti.

A Mosca, la polizia ha chiuso le stazioni della metropolitana e ristretto i movimenti delle persone nel centro della città. Rielaborando lo sfarzo kitch dell'élite, alcuni hanno partecipato alle marce agitando scopini da bagno, perché quello di Putin, riferisce ancora l'indagine di Navalny, costerebbe oltre 500 dollari.

LEGGI ANCHE Caso Navalny, Putin: ridicolo dire che lo abbiamo avvelenato!

Dalle fonti della Farnesina, l'Italia ha denunciato: "Le brutali repressioni e le migliaia di arresti di manifestanti pacifici che non possono che continuare a suscitare emozioni e sentimenti di ferma condanna". Domani Alexey Navalny sarà a processo, con l'accusa di aver violato più volte la libertà condizionale, dopo una condanna a 3 anni e mezzo di carcere per frode. Adesso, da quando ha deciso di fare ritorno in patria il 17 gennaio scorso, sapendo che c'erano poliziotti e manette ad attenderlo all'aeroporto, è diventato il "prigioniero russo" e per lui si schiera la nuova Washington del nuovo presidente Joe Biden. Proteste partecipate si sono tenute anche nella Siberia orientale e a Ekaterinburg negli Urali.

"Anche oggi condanno gli arresti di massa e l'uso sproporzionato della forza contro dimostranti e giornalisti in Russia", ha detto l'Alto Rappresentante Ue, Josep Borrell.

Mosca accusa gli Usa - Mosca ha nel frattempo accusato gli Stati Uniti di "grossolane interferenze" nei suoi affari interni, a proposito delle dichiarazioni americane sulle proteste.

Russia, condannati atti illeciti dagli USA e dell'Unione Europea durante proteste (Di lunedì 1 febbraio 2021) Le proteste continuative sono sempre più forti e più represse.