Brignone 12ª a Garmisch. Il superG va a Lara Gutt-Behrami

Brignone 12ª a Garmisch. Il superG va a Lara Gutt-Behrami

Sofia Goggia commenta così il quarto posto, a un soffio dal podio, nel primo dei due SuperG in programma a Garmisch. Per la norvegese Lie un ritardo sul traguardo di 68 centesimi, e di 93 per la canadese Gagnon che ha beffato Sofia Goggia facendo meglio dell'azzurra di soli 7 centesimi, praticamente un nulla.

L'orobica c'è, in velocità conferma comunque regolarità e continuità. Petra Vlhova cerca di tenere il passo di Gut-Behrami, che ora contende seriamente alla slovacca la leadership della classifica generale, ma si deve accomodare quest'oggi fuori dal podio in ottava posizione.

Un incidente del genere a poco tempo dall'inizio della manifestazione fa temere perché al momento nessuno si sbilancia sui tempi di recupero che dovrebbero essere più lunghi e obbligherebbero la sciatrice a saltare la competizione. Laura Pirovano 16a a 1.66, Francesca Marsaglia 24a a 2.21. Deraglia per un errore di linea la reginetta delle porte larghe Marta Bassino. "Sono molto vicina al podio, ma per prendere Lara (Gutt-Behrami, ndr.) bisogna fare altro". L'elvetica fa il vuoto in questo superG, il penultimo prima dei Mondiali di Cortina, consentendole di cogliere il terzo successo stagionale in questa specialità sulle nevi di Garmisch Partenkirchen dopo quelli del 2016 e 2017. Ho sbagliato, ho dato pressione sul salto, sbagliando il movimento e saltando veramente lungo. A una settimana dai mondiali di Cortina la Federazione ha annunciato che a Milano sarà "sottoposta ad accertamenti da parte della commissione medica federale".