Allerta neve, vento e criticità idrogeologica gialla. L'allerta in Campania

Allerta neve, vento e criticità idrogeologica gialla. L'allerta in Campania

Il tutto sarà accompagnato anche da venti taglienti che faranno aumentare la sensazione di freddo.

Le previsioni meteo per l'Italia di lunedì 15 febbraio indicano un allentamento dalle morsa dalla perturbazione atlantica determinata dal vento gelido Burian.

Come da previsione nella notte a cavallo tra sabato e domenica ha fatto irruzione la tramontana che ha abbassato le temperature su tutta la regione (in questo momento si registrano -13°C sulla vetta della Sila, Botte Donato), ma soprattutto sul Cosentino e Crotonese, riducendo l'umidità dell'aria e spazzando il cielo dalle nubi: il risveglio ha, quindi, mostrato, con eccezione del Reggino e Vibonese dove continuano leggere precipitazioni, un cielo sereno con azzurro limpido, in un contesto di monti bianchi. Le nevicate saranno presenti sulle Alpi mentre ci sarà del nevischio anche a bassa quota e a al Sud, specie su Calabria ionica e Sicilia orientale.

Sul resto del Paese tempo stabile e soleggiato, a parte il transito di velature e con l'eccezione di un po' di nuvole sparse sul medio Adriatico. Dal tardo pomeriggio moderato aumento delle nubi in particolare su Liguria e Piemonte. Le previsioni meteo sono ancora per altre 12/15 ore di instabilità, legata all'afflusso di aria gelida, sebbene una instabilità irregolare, sempre più circoscritta e anche intermittente. Ventoso al Centro-Sud per venti settentrionali. Mercoledì ancora uggioso tra Liguria centro-orientale e Toscana con qualche debole pioggia o pioviggine. Maggiori schiarite altrove, anche se non mancherà qualche annuvolamento. Oltre al crollo delle temperature, è prevista neve anche in pianura.

Temperature ovunque in crescita, ma di nuovo inferiori alla media con possibili gelate al primo mattino al Centro-Nord.