Usa: lo 'sciamano' Jake Angeli chiede la grazia a Trump ROMA

Usa: lo 'sciamano' Jake Angeli chiede la grazia a Trump ROMA

L'avvocato Albert Watkins ha aggiunto che in considerazione del "comportamento pacifico mostrato da Jacob Chansley", che è il vero nome di Angeli, "sarebbe appropriato ed onorevole per il presidente concedergli la grazia".

Secondo l'avvocato, Donald Trump dovrebbe essere ritenuto responsabile per aver incoraggiato i rivoltosi, pertanto dovrebbe concedere la grazia presidenziale. Lo sciamano è stato arrestato e incriminato per l'ingresso illegale e violento nel palazzo del Congresso. L'uomo sostiene che è stato Trump a invitarlo ad assaltare Capitol Hill mentre i parlamentari stavano certificando la vittoria di Joe Biden. "Aveva risposto alla sua chiamata", ha detto Watkins, un legale di alto profilo di St. Louis che ha già ottenuto perdoni per altri clienti eccellenti tra cui Mark e Patricia McCloskey, la coppia che la scorsa estate ha minacciato con fucile e pistola i manifestanti Black Lives Matter che sfilavano davanti alla loro casa. "Dopo che faremo una passeggiata e io sarò con voi, andremo a Capitol Hill", ha detto il presidente contro il quale la Camera ha approvato l'impeachment con l'accusa di aver provocato l'insurrezione il 6 gennaio.