Trump verso la rimozione, ma adesso il tycoon rischia anche l’impeachment

Trump verso la rimozione, ma adesso il tycoon rischia anche l’impeachment

L'introduzione dell'articolo di impeachment, ampiamente annunciata nelle ultime ore dai Democratici USA, arriva dopo che i Repubblicani hanno manifestato l'intenzione di bloccare la risoluzione con cui si chiede al vicepresidente Pence di invocare il 25esimo emendamento per la rimozione immediata del President Trump dall'incarico perché incapace di ricoprire quel ruolo nel pieno delle proprie facoltà.

L'assalto al Congresso che ha provocato la morte di quattro manifestanti e un poliziotto ha profondamente scosso l'America, segnando una sorta di punto di non ritorno per le residue ambizioni politiche di Trump e la sua famiglia.

I due giuristi invitano quindi a seguire questa strada e fare un passo indietro, fermando un impeachment "affrettato" che a loro avviso non potrebbe concludersi entro il 20 gennaio e non potrebbe proseguire dopo che Trump ha lasciato la Casa Bianca: "la costituzione prevede l'impeachment solo come uno strumento per procedere contro un presidente mentre e' in carica", "per proteggere il paese, non per punire il trasgressore", sottolineano.

Nancy Pelosi, la speaker della Camera, si e' assicurata i voti sufficienti per mettere Trumpd in stato d'accusa: almeno 218 deputati Democratici, ovvero la maggioranza semplice necessaria per approvare il provvedimento, hanno firmato la mozione per l'impeachment. Nella risoluzione si chiede anche l'interdizione dai pubblici uffici, poiché il presidente potrebbe costituire una minaccia anche per il futuro.

La speaker della Camera è decisa a fermare definitivamente Trump, tanto da aver lanciato un ultimatum al vice presidente, Mike Pence: o impeachment o rimosione.

I dubbi, come scritto qui, sono molti.

Anche il presidente eletto Joe Biden è perplesso: non può bocciare ufficialmente la procedura di impeachment reclamata quasi all'unanimità dalla sua base parlamentare, ma teme che la sua partenza resti impantanata nel "processo" a Trump. - Corriere: Pence pronto a rimuovere Trump. Obiettivo: consentire a Biden di far passare le nomine al Senato e sviluppare il suo programma nei primi 100 giorni. Gli annunci da parte di Amazon, General Electric, Dow, AT&T, Comcast, Verizon, American Express, Airbnb, Cisco e Mastercard, tra i molti, rischiano di lasciare i repubblicani a secco di fondi oltre che di potere nel nuovo Congresso in mano ai democratici.