Regioni gialle, arancioni e rosse: cambio colore dal 24 gennaio?

Regioni gialle, arancioni e rosse: cambio colore dal 24 gennaio?

"Nel periodo dal 30 dicembre 2020 al 12 gennaio 2021, l'Rt medio è stato pari a 0,97, in diminuzione dopo 5 settimane di crescita".

La decisione, si legge nell'atto, è stata presa "in ragione degli elementi sopravvenuti conseguenti alla rettifica dei dati operata dalla Regione Lombardia ora per allora, come certificati dalla Cabina di regia". Ci sono 4 regioni a rischio alto, 11 con livello moderato e 6 nella fascia di rischio bassa.

"Per la Regione Umbria e per la Provincia autonoma di Bolzano, classificate a rischio alto per la terza settimana consecutiva, si prevedono specifiche misure da adottare a livello provinciale e regionale in base al documento 'Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione della strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale'" suggerisce la bozza del report. Per quanto riguarda, invece, la Sardegna, il rischio è esattamente il contrario, cioè che da gialla diventi arancione.

In sostanza oggi, venerdì 22 gennaio, vengono decisi i colori della regioni e chi va in zona gialla, arancione e rossa, ma il cambio di colore scatta solo domenica, quando entra in vigore l'ordinanza. Restano in area arancione Calabria, Emilia-Romagna e Veneto. Da oggi la ripartizione delle Regioni e Province Autonome vede in area gialla Campania, Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Trento, Toscana. E così il governatore si è detto indignato per le false accuse ricevute, mentre la sua vice, Letizia Moratti, ha affondato il colpo con un'accusa diretta: "Il ministro Speranza voleva che ci assumessimo la colpa".

«Inviato Rt sbagliato» la Lombardia potrebbe tornare Arancione da domenica
Dal 24 gennaio cambio colore per alcune regioni. Cosa cambia?

Anche il Veneto puntava verso il passaggio in zona gialla.

Alcune di esse, in base ai dati diffusi dal Comitato Tecnico Scientifico e dall'Istituto superiore di Sanità, passano da fascia rossa ad arancione. Tra queste Sardegna e Lombardia.

La provincia autonoma di Trento invece per il momento resta zona gialla.

La Regione Lazio nell'ultimo bollettino ha fatto sapere che l'indice Rt nel Lazio è tornato sotto 1, ma resta arancione. Stessa tempistica per le regioni in zona arancione: chi ha cambiato colore da giallo ad arancio deve rimanere in quest'ultima fascia di rischio per almeno due settimane. Diminuiscono i nuovi contagi, il tasso di occupazione dei posti in terapia intensiva e dei reparti ordinari. Il miglioramento della situazione Covid nel Lazio farebbe ben sperare: se il trend positivo continuerà, è possibile che il Lazio possa tornare in zona gialla.