Ibrahimovic, svelata la scelta per il futuro nel Milan

Ibrahimovic, svelata la scelta per il futuro nel Milan

Il secondo è il primo degli ultimi. Milan a lungo fuori dall'élite? Con tutto il rispetto, vedo l'Atalanta in Champions e il Milan no e sono venuto per cambiare questa situazione. E' normale che io non sia più quello di 10 anni fa, per sto facendo cose utili alla squadra. Lo svedese si è trasformato in un vero e proprio trascinatore di un gruppo molto giovane e lui stesso ne è consapevole: "Mi seguono come se fossi il leader in campo". Non volevo intrappolarmi in situazioni senza uscita e neppure intrappolarci il mio club. "Altri hanno ragionato diversamente, io sono per la libertà di scelta".

Ibra ha poi svelato degli aneddoti su alcuni compagni di squadra e ha anche parlato del rapporto con Pioli. Un giovane che debutta come difensore con i guanti che figura fa? Di sicuro non mette paura agli avversari.

SUI DIFENSORI- "Mi sono sempre piaciuti quelli che accettano il duello duro e leale". Il Milan non vede l'ora di riaverlo, ma anche senza di lui ha tenuto botta ed è prima in classifica, a un passo dal titolo di inverno che lascia il tempo che trova ma può essere comunque un'iniezione di fiducia importante. Se ricordo bene, non è che vincesse tutti i duelli con me.