Ho.mobile furto dati delle SIM dei clienti confermato in un comunicato

Ho.mobile furto dati delle SIM dei clienti confermato in un comunicato

Nella nota infatti si legge che sono stati sottratti illegalmente alcuni dati di parte della base clienti con riferimento solo ai dati anagrafici e tecnici della SIM. Farlo è abbastanza semplice, anche se in questo particolare momento possono verificarsi dei problemi.

Gli SMS inviati da ho.mobile ai clienti coinvolti dal data breach erano chiari: è necessario sostituire la propria SIM card il prima possibile, ma soltanto recandosi fisicamente nei punti vendite autorizzati. Vi teniamo informati se dovessero emergere ulteriori dettagli sul furto dati. Dunque soltanto chi riceverà comunicazione dall'operatore sarà stato interessato dall'attacco. I primi si vedono spinti a uscire di casa in un periodo di pandemia; i secondi lamentano malfunzionamenti alle infrastrutture online che devono validare il passaggio del numero dalla vecchia SIM a quella nuova, e in alcuni casi riferiscono di essere fisicamente a corto di supporti fisici dove trasferire le utenze richieste. Si uniscono anche i vari servizi chat come WhatsApp o Telegram per cui il recupero password viene favorito da informazioni come numero di telefono, codice fiscale, email: con una sim clonata l'account potrebbe finire tra le mani sbagliate. A quanto pare la pirateria informatica è da qualche tempo in pieno boom e non solo nel mondo della telefonia.

Per andare incontro a tutti quei clienti che desiderano più Giga, è stata predisposta la promo Special 100 Digital Edition, che prevede minuti illimitati verso tutti i numeri nazionali, sms illimitati verso tutti, 100 Giga di traffico internet mobile in 4G al prezzo di 9,99€ al mese. Mobile, l'operatore telefonico ha confermato nella giornata odierna di aver subito il furto, seppur parziale, dei dati dei propri utenti.

"Ti scriviamo per informarti che purtroppo ho". I dati sottratti riguardano i riferimenti anagrafici e tecnici della SIM di alcuni clienti.

Tuttavia, assicura che l'attacco informatico NON sono stati sottratti dati relativi al traffico, né riferimenti bancari o a qualsiasi sistema di pagamento.

Quali rischi si corrono davvero dopo il furto dei dati? Ciò che gli hacker hanno rubato agli utenti sono i dati anagrafici e, come si temeva, i dati identificativi della sim. In aggiunta, hanno annunciato di avere attivato ulteriori e nuovi sistemi di sicurezza per mettere la clientela a riparo da minacce future.