Covid | il World Economic Forum | Allarme della pandemia ignorato per 15 anni

Covid | il World Economic Forum | Allarme della pandemia ignorato per 15 anni

Questo è quanto emerso dal rapporto sui rischi globali e gli effetti a breve, medio e lungo termine del World economic forum 2021.

"Mentre i governi, le imprese e le società cominciano a emergere dalla pandemia, devono ora urgentemente plasmare nuovi sistemi economici e sociali che migliorino la nostra resilienza collettiva e la nostra capacità di rispondere agli shock, riducendo le disuguaglianze, migliorando la salute e proteggendo il pianeta", continua Zahidi, che conclude: "Per contribuire ad affrontare questa sfida, l'evento della prossima settimana, The Davos Agenda, mobiliterà i leader globali per dare forma ai principi, alle politiche e alle partnership necessarie in questo nuovo contesto".

L'appuntamento, tuttavia è stato spostato a ridosso dell'estate, fra il 25 e il 28 maggio, nella speranza che, per allora, la parte più acuta della pandemia si sarà già conclusa. Un'eredità pesante arrivata dal 2020, anno in cui si sono acuite ferite socio-economiche già presenti nelle dinamiche di sviluppo attuali.

Lo ha scritto il World Economic Forum nel Global Risk Report. "Nel 2020 abbiamo visto che cosa significa farsi cogliere impreparati, ignorando i rischi di lungo termine".

Il WEF ha quindi sottolineato come la pandemia "non solo si è presa milioni di vite, ma ha anche ampliato disparità già esistenti da molto tempo in termini di accesso alla sanità, economiche e digitali", si legge ancora.

"I nostri dati più recenti indicano che l'impatto immediato del Covid-19 sulla disparità e frammentazione sociale nei prossimi 3-5 anni minaccerà l'economia, e nei prossimi 5-10 anni la stabilità geopolitica".

Quanto ai pericoli più temuti, l'indagine del Wef svela che nel breve termine (0-2 anni) si teme soprattutto il diffondersi di malattie infettive, le crisi occupazionali, il divario digitale e la disillusione dei giovani. Ma i più giovani rischiano seriamente di "perdere completamente le opportunità del prossimo decennio". A ciò si aggiungono la perdita di biodiversità, il peggioramento delle relazioni fra gli stati, la cybersicurezza, i livelli di benessere.

Oltre a questo celebre incontro annuale, il Forum economico mondiale organizza ogni anno un meeting in Cina e negli Emirati Arabi Uniti e diversi incontri a livello regionale.