Bufera Superlega: FIFA contraria, Milan coinvolto nel progetto. I dettagli

Bufera Superlega: FIFA contraria, Milan coinvolto nel progetto. I dettagli

"Ancora una volta desideriamo ribadire e sottolineare con forza - si legge in un comunicato stampa - che una tale competizione non sarà riconosciuta né dalla Fifa, né dalle rispettive confederazioni". Sì, il progetto di Superlega che da mesi aleggia sopra il calcio europeo fa paura.

Ieri, come un fulmine a ciel sereno, la FIFA si è espressa duramente contro la nascita di una Super lega in stile NBA proposta da alcuni dei top club europei.

Nel suo pezzo per La Gazzetta dello Sport, Gianfranco Teotino ha parlato così della Superlega: "Superveto mondiale alla Superlega europea". Recentemente Agnelli non si è mai espresso esplicitamente a favore della Superlega, ma ha ripetutamente sottolineato la necessità di reperire risorse aggiuntive attraverso nuove iniziative e nuovi format, in grado anche di risvegliare l'interesse un po' sopito delle più giovani generazioni. Club e calciatori che giocheranno l'eventuale Superlega non sarebbero "autorizzati a partecipare a nessuna competizione organizzata dalla Fifa o dalla rispettiva confederazione".

"Merito sportivo, solidarietà, promozione, retrocessine e sussidiarietà, sono principi fondamentali del merito sportivo, sono le fondamenta della piramide calcistica che garantiscono al calcio un successo globale e sono, come tali, sanciti dalla FIFA e dagli statuti delle Confederazioni. La partecipazione alle competizioni globali e continentali dovrebbe sempre essere guadagnata sul campo".