Borsa: Milano in rialzo (+0,3%) con banche e industria

Borsa: Milano in rialzo (+0,3%) con banche e industria

Chiusura positiva per i maggiori indici di Borsa Italiana e per le principali piazze finanziarie europee, che hanno beneficiato della buona partenza di Wall Street. Piazza Affari è tornata in positivo, nonostante le previsioni della Bce della Mattina per un deficit italiano nel 2021 tra i più elevati dell'Eurozona e paventati rischi generali per l'economia. L'Ftse Mib guadagna l'1,1%, a 22.477 punti.

Il balzo della Borsa di Milano non è stato del tutto inaspettato. Oggi, nel consueto articolo che precede l'apertura dei mercati, avevamo indicato nel titolo che una svolta importante era imminente.

Nelle analisi degli Esperti di ProiezionidiBorsa, da qualche giorno si indicava chiaramente come il 6 gennaio rappresentasse una data importante.

I titoli bancari in questa seduta sono stati i protagonisti. Improvvisamente si sono scatenati gli acquisti. Gli operatori hanno rotto gli indugi e hanno cominciato ad acquistare le azioni del credito. Bene le banche, con lo spread sceso a 107, in particolare Bper (+6%) e Banco Bpm (+3%), da cui i mercati si attendono un matrimonio. Mediobanca è salita del 3,8%, Intesa Sanpaolo del 3,4%, Mediolanum del 3,2%. Se il rally sarà confermato e se gli acquisti bancari continueranno, Unicredit, BPM e BPER saranno le azioni bancarie privilegiate per gli investitori esteri. Questo segnale è supportato dall'andamento del resto delle borse europee, tutte in forte rialzo.

Ci sarà un rally a gennaio? Si radunerà a gennaio?