Biden, con doppietta in Georgia strada in discesa. La borsa?

Biden, con doppietta in Georgia strada in discesa. La borsa?

Dopo aver visto come il presidente uscente ha messo fine alla carriera di funzionari lealisti come Jeff Session, e come sia riuscito a farne eleggere altri semplicemente facendo campagna elettorale per loro - per esempio il governatore della Florida, Ron DeSantis - i candidati che si presenteranno alle primarie repubblicane saranno terrorizzati al pensiero di schierarsi contro di lui.

L'altro prevede il confronto tra il democratico Jon Ossoff e il repubblicano David Perdue. "Georgia, sono onorato dalla fiducia che hai dimostrato in me e io ti prometto questo stanotte: andrò al Senato a lavorare per tutti i georgiani", ha assicurato. Detto questo, si tratta di una vittoria importantissima, dalla quale esce un governo democratico unitario, premessa indispensabile per permettere a Biden di operare. Ad annunciarlo è la Cnn, le cui proiezioni vedono il vantaggio di Warnock salire al 50,5%. Dunque, ribadiamo, la sfida non può dirsi ancora terminata.

A sorpresa, i due seggi al Senato in gioco in Georgia potrebbero essere stati vinti dai due candidati democratici.

Un cappotto decisivo, come spiegato ieri ampiamente su questo giornale, perché garantisce ai dem il sostanziale controllo del Senato. Attualmente i repubblicani possono contare su 50 parlamentari eletti su 100, i democratici su 48.

Sono almeno una trentina i parlamentari democratici che chiedono invece l'impeachment del presidente uscente, secondo il Washington Post. Ciò permetterà al partito del Presidente-eletto Joe Biden di dettare il calendario dei lavori e imporre quindi la propria agenda.

Un blitz che solleva molti interrogativi su come le forze dell'ordine si fossero preparate ad una protesta prevista da giorni. Gli Stati Uniti sono in imbarazzo per colpa di alcuni stupidi. Dopo aver conquistato la Casa Bianca e mantenuto la maggioranza in entrambi i rami del congresso nel 2016, la sconfitta in Georgia significa che, appena quattro anni dopo, il partito ha perso tutto.

Il primo network a proiettare vincitore Warnock paradossalmente è stato Newsmax, la tv via cavo conservatrici promosse da Donald Trump contro Fox News. E continua a parlare di brogli. Poco fa il tycoon ha di nuovo cinguettato, parlando di "elezioni truccate" e democratici che "giocano con il voto".

Nel pomeriggio Trump ha chiesto nuovamente al suo vice, Mike Pence, di non ufficializzare la vittoria dei democratici.

Un effetto collaterale di un eventuale cambiamento di rotta per quello che riguarda la politica di bilancio, maggiormente espansiva, potrebbe essere quello di fare salire le quotazioni del greggio: in un mondo dove la ripresa accelera più del previsto anche il prezzo del petrolio avrebbe motivo di salire, tanto più che l'Arabia Saudita si è mossa in modo volontario con tagli alla produzione da circa un milione di barili. Una richiesta che suona obiettivamente come l'ultima carta della disperazione.

Warnock aveva già rivendicato la vittoria.