Biden: bene che Trump non si presenti all'inaugurazione

Biden: bene che Trump non si presenti all'inaugurazione

Attraverso le immagini postate su Twitter, il presidente uscente - rivolgendosi agli americani - ha riconosciuto per la prima volta che il 20 gennaio si insedierà una nuova amministrazione, senza però mai nominare Joe Biden. "Il mio obiettivo ora è quello di assicurare una transizione dei poteri tranquilla e ordinata". "Il Congresso ha certificato i risultati delle elezioni". L'ipotesi è di istigazione alla sedizione.

Undici giorni carichi di tensione perché, dopo l'assalto al Congresso del 6 gennaio, il timore di analisti ed esperti di sicurezza è che anche il 20 gennaio possano verificarsi scontri, caos, violenze. "Sono dei criminali" ha sentenziato l'ex senatore. E anche Joe Biden ha fatto sapere di non essere interessato a una discussione divisiva che non aiuta a riunificare il Paese. Trump comunque rischia anche un'inchiesta federale: "stiamo esaminando il ruolo di tutti gli attori, non solo di quelli che hanno fatto irruzione a Capitol Hill", ha ammonito il procuratore della capitale Michael Shervin. In un altro messaggio si era rivolto ai suoi sostenitori: "I 75 milioni di grandi patrioti americani che hanno votato per me, per l'America first, per renderla di nuovo grande, avranno una voce gigante a lungo in futuro. Non ci sarà mancanza di rispetto nei loro confronti e non saranno trattati in maniera scorretta in nessun modo o forma".

"Bene che Donald Trump non parteciperà alla cerimonia di insediamento", questa la posizione di Biden. Aumentano intanto le dimissioni nel suo governo, l'ultima è la ministra dell'istruzione Betsy DeVos.