Altre 12.000 vaccinazioni anti Covid in Lombardia

Altre 12.000 vaccinazioni anti Covid in Lombardia

Esiste, sul vaccino anti-Covid, una profonda ignoranza. Una volta finita questa prima fase, bisognerà vaccinare le altre fasce della popolazione.

Gli insegnanti, quindi, saranno i prossimi ad essere vaccinati solo nel caso in cui questi rientrino in una delle suddette categorie. La fase T2, prevede la vaccinazione degli ultrasessantenni, delle persone a rischio, con immunodeficienza e fragilità di ogni età, il personale scolastico, e le forze dell'ordine.

Ph. Fabio Sasso/ F.P.A. Si sono vaccinati 40.121 cittadini campani su 67.020 dosi consegnate ai 27 hub del territorio regionale pari al 59,9%.

"Entro i primi sei mesi riceveremo 70 milioni di dosi - sottolinea in conclusione il ds Catanoso - ci auguriamo di poter iniziare entro l'estate la vaccinazione su base volontaria di tutte le persone". "Abbiamo bisogno di circa 20 dosi di vaccino, e siamo a conoscenza del fatto che state gestendo un centro di vaccinazione Covid-19", si legge del messaggio.

Come prima cosa va detto che - tenendo conto delle dosi di vaccino a disposizione - nel migliore degli scenari nel primo trimestre avremo immunizzato (e questo ricordiamo significa somministrazione di una doppia dose) solamente gli operatori sanitari, gli ospiti nelle RSA e gli anziani Over 80. "Significa che dobbiamo fare 20mila vaccinazioni al giorno - aggiunge De Luca -, così arriviamo a luglio con la prima somministrazione di vaccino, tenendo conto che dobbiamo fare poi il secondo richiamo e dunque 8milioni e 400 mila somministrazioni".

Perché si sente questa necessità? Si tratterebbe della Hacking Trust, che si sarebbe rivolta agli ambulatori di Bristol e Worthing offrendo occultare l'acquisto dei vaccini per i suoi dipendenti offrendo quella cifra "in beneficenza", o dirottandola direttamente ai membri del personale.