Covid: ritardi in vaccino Sanofi-Gsk, disponibile non prima del IV trim 2021

Covid: ritardi in vaccino Sanofi-Gsk, disponibile non prima del IV trim 2021

L'Italia ha già prenotato 40 milioni di dosi della preparazione, dunque si dovrà attendere a lungo prima di riceverle. "I risultati ad interim dello studio di fase 1/2 - riporta una nota - hanno mostrato una risposta immunitaria paragonabile a quella dei pazienti che si sono ripresi da COVID-19 negli adulti di età compresa tra 18 e 49 anni, ma una bassa risposta immunitaria negli anziani probabilmente a causa di una concentrazione insufficiente dell'antigene". La nuova indagine dovrebbe iniziare a febbraio del 2021 col supporto della Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA).

Il primo vaccino contro il Covid- ad annunciare un ritardo è quello di Sanofi-Gsk.

"Nessuna singola azienda farmaceutica può farcela da sola; il mondo ha bisogno di più di un vaccino per combattere la pandemia", ha detto Triomphe. Lo hanno reso noto le due aziende farmaceutiche, spiegando che i risultati ottenuti dai primi test clinici sono stati inferiori alle attese.