Covid, Oms: "Babbo Natale è immune al virus e consegnerà i regali"

Covid, Oms:

L'organizzazione sanitaria delle Nazioni Unite ha affermato in una dichiarazione che, sebbene siano stati compiuti alcuni "fragili progressi", "la trasmissione del Covid-19 in tutta la regione europea rimane diffusa e intensa".

Gli specialisti dell'Ufficio regionale per l'Europa dell'OMS hanno sollevato la questione delle feste di Natale e Capodanno, durante le quali aumenta in maniera drastica il numero di riunioni di persone di tutte le età, compresi incontri di famiglia, gruppi religiosi e amici. "C'è un alto rischio di un'ulteriore rinascita dell'epidemia nelle prime settimane e nei primi mesi del 2021 - ha scritto l'organizzazione in una nota - e dovremo lavorare insieme se vogliamo riuscire a prevenirla". La raccomandazione principale riguarda, dunque, l'uso delle mascherine anche in caso di riunioni private e familiari al coperto: "I raduni dovrebbero tenersi all'esterno, se possibile, e i partecipanti dovrebbero indossare maschere e mantenere la distanza fisica. Al chiuso è fondamentale limitare le dimensioni del gruppo e garantire una buona ventilazione per ridurre il rischio di esposizione", raccomandano gli esperti dell'Oms Europa, che invitano a "eliminare la possibilità di affollamento, specialmente in ambienti confinati o chiusi, anche durante i viaggi".

Sulle stazioni sciistiche, l'OMS ha le idee chiare: "Lo sci non diffonde il Covid, ma le località affollate sì...".

"Lui sta bene - ha detto - così come sua moglie". Un Natale davvero diverso per tutto il mondo è alle porte. Impedire a coloro che hanno COVID-19 e ai loro contatti di viaggiare.