Blogger in carcere: ha raccontato epidemia covid da Wuhan

Blogger in carcere: ha raccontato epidemia covid da Wuhan

La blogger Zhang Zhan è stata condannata a quattro anni di carcere per aver diffuso false informazioni sull'epidemia da Wuhan, in Cina. Il Tribunale popolare di Shanghai, al termine di una breve udienza, ha motivato la sentenza con l'aver "raccolto litigi e provocato problemi". I resoconti di Zhang erano stati condivisi sui social media a febbraio, attirando così l'attenzione delle autorità.

Davanti al tribunale di Pudong, secondo quanto hanno riferito testimoni al South China Morning Post, decine di persone che venivano da tutto il paese per sostenere Zhang Zhan sono state allontanate dalla polizia.

La donna ha condizioni di salute preoccupanti a causa dello sciopero della fame iniziato a giugno e che ha portato all'alimentazione forzata tramite un sondino nasale. Zhang è stata critica nei confronti della risposta messa in campo a Wuhan, scrivendo a febbraio che il governo "non ha fornito alla gente informazioni sufficienti, quindi ha semplicemente bloccato la città".

La condanna è maturata a poche settimane dall'arrivo in Cina del team internazionale di esperti dell'Oms per indagare sulle origini del Covid-19. Zhang al momento è la prima ad essere processata per aver coperto gli eventi a Wuhan: le prossime sentenze saranno emesse verso i giornalisti Chen Qiushi, Fang Bin e Li Zehua.