Veneto verso la conferma della zona gialla, Fvg arancione

Veneto verso la conferma della zona gialla, Fvg arancione

In occasione di quell'ordinanza ho chiesto il rafforzamento dei controlli. Il 15 ottobre abbiamo ordinato la chiusura delle scuole ricevendo offese dal nostro Governo. "C'è qualcosa che non va, i conti non tornano". "La nostra è stata sempre una linea di rigore, quella di chiudere tutto era l'unica soluzione".

Il leader del Movimento 5 Stelle ha però continuato a lanciare frecciatine al governatore della Campania. Da due mesi non c'è una trasmissione che dedichi almeno 10 minuti alla Campania, a De Luca o a Napoli. Nove volte su dieci questi servizi sono strumentali.

Sono destinate a dilagare le polemiche sull'inserimento della Campania nella zona gialla, all'indomani della pubblicazione di alcune foto che mostrano il personale medico costretto a portare in strada, di fronte al pronto soccorso, le attrezzature per garantire l'ossigeno ai pazienti, in modo da poterlo somministrare direttamente dalla loro auto. Quelle immagini motivano una zona "strarossa". Immagini che raccontano di una situazione ospedaliera allo stremo, al collasso, in forte contrapposizione alle parole del Governatore Vincenzo De Luca, secondo cui la situazione sanitaria campana sarebbe perfettamente sotto controllo. Gli ispettori del ministero della Salute hanno condotto negli scorsi giorni un sopralluogo negli ospedali di Napoli, per raccogliere i dati sulla situazione del Coronavirus. E, a quanto pare, sembrerebbe che sia proprio accaduto ciò che avevamo previsto. Confermiamo la disponibilità della Difesa per esigenze ulteriori di ospedali da campo così come avvenuto in altre regioni italiane a partire dal caso di Genova in Liguria.

"E' un episodio drammatico. Ha trovato il tempo per metter il video sui social e questo episodio è diventato altro motivo di sciacallaggio".

E sul lungomare di Napoli ora potrebbe decidere il prefetto. "Ma la decisione deve prenderla la politica", ha detto ancora l'esperto.

"Oggi aspettiamo ancora l'arrivo degli anestesisti". Considerando il numero di sanitari che abbiamo, avere i dati che abbiamo qui da noi è un miracolo. Se non avessimo fatto ad agosto un lavoro di filtro, oggi avremmo il triplo dei contagiati.

Alla lista degli sciacalli si è aggiunto ieri un nome illustre, di un eminente esponente politico campano, tale Luigi Di Maio. Quest'ultimo l'ho sfidato in un dibattito pubblico già anni fa e rinnovo l'invito per un confronto, in diretta, sperando che non faccia il coniglio come negli anni precedenti.