Sanità Calabria, commissario Zuccatelli si dimette: ipotesi Gaudio commissario e Strada consulente

Sanità Calabria, commissario Zuccatelli si dimette: ipotesi Gaudio commissario e Strada consulente

Giuseppe Zuccatelli, spera così di chiudere con le critiche che lo inchiodano alle sue responsabilità e cerca di riconquistare le condizioni per essere (ri) considerato per la nomina a Commissario anti Covid in Calabria. "Mi sono dimesso da Commissario ad acta della sanità della Regione Calabria", ha confermato al Corriere della Sera, aggiungendo: "Me l'ha chiesto il ministro della Salute Roberto Speranza e come avevo già anticipato durante l'intervista a Buongiorno regione, ho rassegnato le dimissioni". Nino Spirlì spara bordate contro il fondatore di "Emergency", Gino Strada medico e tira fuori dal suo vocabolario il meglio che può. E, rispondendo a chi chiede le sue dimissioni, aveva aggiunto: "Io non mi dimetto spontaneamente dall'incarico per il quale sono stato designato, ma se mi sarà chiesto dal ministro, sono disposto a farlo".

Zuccatelli era finito nella bufera dopo la diffusione di un video, in cui definiva inutile l'utilizzo delle mascherine, per la protezione dalla diffusione del Covid-19. Parole che avevano lasciato intendere un tramonto della sua candidatura. Un video che nei giorni scorsi aveva provocato accese polemiche. L'esempio? I 5 Stelle fanno il nome di Gino Strada e Spirlì ribatte: "la Calabria non ha bisogno di missionari africani; Gino Strada non c'entra nulla con la nostra realtà; la Calabria è una regione con fior di professori e, pertanto, non vuole essere schiavizzata". Perchè negli anni è diventato un simbolo di un'Italia che antepone ai profitti i valori. Solo quelli, legittimi perchè costituzionalmente da garantire, dei calabresi. "Non sono in questa condizione perché dopo quei primi colloqui non mi è stata fatta alcuna proposta formale". Zuccatelli era stato incaricato una settimana fa. Il Presidente facente funzione della Regione Calabria che, detto per inciso, non è stato eletto nel Consiglio regionale, ma cooptato, non intende considerare le qualità di Strada: la sua intelligenza, la professionalità, la serietà, la competenza, la determinazione, il coraggio. Sarebbe questa, a quanto apprende l'Adnkronos, la decisione verso cui sarebbe orientato il governo - spiegano autorevoli fonti - mentre la nomina di commissario verrebbe affidata all'ex rettore dell'università Sapienza Eugenio Gaudio.