"Molto probabilmente" Elon Musk ha preso il coronavirus

Di quando in quando i tweet del miliardario e numero uno di Tesla Elon Musk tornano a far discutere, e gli ultimi in ordine di tempo sono destinati a rientrare esattamente nella categoria degli interventi social più controversi dell'imprenditore: stando a quanto twittato nelle ultime ore infatti, Musk potrebbe essere affetto da coronavirus; i test che ha effettuato non gli hanno dato un esito definitivo, e l'incertezza dei risultati ha dato al miliardario il pretesto per diffondere teorie del complotto già abbracciate in precedenza nel corso della pandemia. L'acronimo BD fa riferimento a Becton Dickinson and Co., azienda ha ricevuto l'autorizzazione per l'uso di emergenza come test rapido dalla Food and Drug Administration statunitense a luglio. "Finora niente di insolito". Su Twitter, il virologo tira le orecchie al fondatore di Tesla e Space X che in un post afferma: "Un buon test Pcr dovrebbe dire se ho le proteine spike per il Covid, anche se ho letto alcuni numeri di bassa precisione".

Commentando il suo attuale stato di salute, Musk spiega di sentirsi "un po' su e giù" e che sta sperimentando i sintomi "proprio come un normale raffreddore, ma con più dolori nel corpo e la testa annebbiata che tosse e starnuti". Nel frattempo è scattata la polemica su Twitter, dove molti utenti hanno risposto polemicamente a Musk, accusandolo di essere un irresponsabile che semina dubbi sul coronavirus. Ad oggi invece i nuovi casi negli USA crescono al ritmo record di circa 150.000 al giorno. "Se capita a me può capitare anche agli altri".