L'OMS critica la Svizzera: "Situazione molto grave, misure blande"

L'OMS critica la Svizzera:

Sono aperte critiche quelle espresse da David Nabarro, inviato speciale dell'OMS per la lotta al coronavirus, in merito alla strategia di gestione della pandemia in Svizzera. In considerazione della "situazione estremamente grave", le misure sono troppo blande. Il riferimento è alle troppe aperture e al mancato adeguamento delle strutture sanitaria alla possibile (e dagli esperti annunciata) seconda ondata del virus. Il risultato è adesso sotto gli occhi di tutti.

L'Oms avverte l'Europa che se non si attrezzerà in modo corretto ci sarà una terza ondata della pandemia all'inizio del 2021. E prepararsi ad affrontare nuovi focolai. È necessaria una "strategia molto più solida da parte delle autorità e dei residenti", ha detto il medico dell'Oms, il quale ha chiesto "un isolamento totale in caso di contagio" e maggiori controlli da parte delle autorità sanitarie. Nabarro cita ad esempio la vicenda di suoi conoscenti in Svizzera romanda, che sostengono di non sapere di chi sia la responsabilità se si ammalassero. "Mi sorprende che (la questione, ndr.) non venga trattata come un'emergenza nazionale", dichiara l'esperto.