La tosse smaschera il Covid

La tosse smaschera il Covid

È la tosse, uno dei sintomi di possibile contagio da Covid-19: secondo le linee guida dell'OMS, in genere si manifesta come tosse "secca" accompagnata nei casi più gravi da difficoltà respiratorie. Il vero pericolo è che attraverso la tosse un soggetto infetto ma totalmente asintomatico diventi veicolo di trasmissione inconsapevole. E' infatti grazie alla collaborazione di tantissimi volontari affetti o meno dal Coronavirus, asintomatici o no, ad aver dato la possibilità ai ricercatori di dimostrare l'attendibilità del sistema. L'altro limite del sistema è che funziona solo con gli asintomatici. Il problema è saperla riconoscere, cosa quasi impossibile per un orecchio umano ma al contrario alla portata di un algoritmo sviluppato dal MIT di Boston. I ricercatori sono riusciti a individuare un piccolo sibilo che renderebbe la tosse di una persona infetta differente da quella di una semplice vittima dell'influenza: il programma è in grado di individuarlo in un colpo di tosse fatto al telefono, neanche di persona. Il modello è stato formato analizzando decine di migliaia di campioni di tosse, oltre che sul suono di particolari parole pronunciate.

L'attendibilità emersa dai primi test pubblicati sulla rivista Ieee Journal of Engineering in Medicine and Biology, potrebbe portare alla realizzazione di un'app gratuita per gli smartphone che consentirebbe così, ad ognuno di noi, di riconoscere la presenza del virus anche se asintomatici.

Questo strumento permetterebbe infatti alle persone di controllarsi quotidianamente a casa e scoprire in tempo reale se rischiano di aver contratto il virus e se devono sottoporsi al tampone diagnostico. Ha identificato con precisione il 98,5% dei colpi di tosse di persone a cui è stata poi confermata la positività al Covid-19 e di questi il 100% erano asintomatici. Il sistema utilizzato dai ricercatori del MIT è in effetti una versione riadattata di una tecnologia utilizzata per intercettare in anticipo i prodromi della malattia di Alzheimer in pazienti che non hanno ancora ricevuto una diagnosi. Una rete neurale rileva i suoni associati alla forza vocale.

In questo periodo di pandemia, è facile preoccuparsi quando si sente tossire qualcuno nelle vicinanze.