La Lega propone la riforma dell’Iva, Salvini "Rilanciare i consumi"

La Lega propone la riforma dell’Iva, Salvini

"Se non fai un condono in tempo di guerra non lo fai più: edilizio, fiscale, tombale", afferma il segretario del Carroccio a Porta a Porta, trasmissione di Rai 1.

"Si tratta di un investimento di 20 miliardi, ma è di buon senso", ha dichiarato Salvini. "In tempo di guerra bisogna mettere in campo tutto quello che c'è". Se una azienda italiana come può essere Telecom o qualsiasi altra è bloccata nella sua operatività da qualcuno che italiano o straniero ha altre mire, se serve tutelare la concorrenza e il mercato in un settore delicato come l'informazione pubblica e privata, va fatto. "Un comportamento - aveva rincarato la dose l'ex Dc - in totale spregio alla normativa, che obbliga tutti dalle ore 18 in poi a indossare le mascherine anche all'aperto e in circostanze di potenziali assembramenti". "Nell'ottica dello spirito collaborativo che ci vede fare proposte, abbiamo fatto i compiti a casa al posto del premier Conte, che nel giugno scorso, in occasione degli Stati Generali propose il taglio dell'Iva, come richiesto dalle associazione, della imprese, dai commercianti. Se dice di ragionare sui decreti ristori, sulla legge di bilancio, domani ci vado". E non fa eccezioni per il leader leghista Matteo Salvini che ha pagato nelle ultime ore la multa per non aver indossato la mascherina durante un comizio del suo partito, tenutosi alcuni mesi fa. "Il luogo di confronto c'è ed è il Parlamento".