Italia, Evani: "Bosnia ottima squadra. Cambi? Non credo"

Italia, Evani:

"Sicuramente siamo delusi perché la situazione non è buona, non abbiamo vinto nessuna partita nel 2020, ci siamo trovati in un gruppo molto forte, tra le prime nazionali del Mondo noi siamo al posto 52, la situazione è reale".

Alle 16.30, allo stadio Grbavica di Sarajevo, è in programma la conferenza stampa di Adnan Custovic, vice commissario tecnico della Bosnia avversario dell'Italia domani sera, nell'ultima gara di Nations League. Sarebbe brutto non centrare l'obiettivo, ma dovremo guadagnarcelo.

"Come ho detto prima, stiamo valutando tutti". Vorremmo ottenere questo risultato e faremo di tutto, ma se così non fosse questa squadra è comunque proiettata in alto.

"No, no. Noi cerchiamo di fare del nostro meglio con i giocatori che vengono qui con entusiasmo". Saranno da valutare entrambi, ma loro sono motivati e vogliono esserci. Si trovano a rischiare qualche infortunio, qualche giocatore più affaticato.

"Credo che questa sia la Nazionale più divertente in cui ho giocato, come gruppo è simile a quella del 2016, come gioco è diverso, più spettacolare, ma solido come quello del 2016", aggiunge Florenzi, che ricorda come l'inno sia cantato dagli azzurri anche per gli italiani che sono a casa "e che non se la stanno passando bene con il Covid". "Se non dovessero esserci particolari problemi saranno della gara". Azzurri qualificati anche con un pareggio ma l'Olanda non deve battere la Polonia, mentre in caso di sconfitta, gli azzurri dovrebbero sperare in un pareggio tra Polonia e Olanda.

"Credo che sia un allenatore, a parte carismatico, preparato". Lui ha convocato ragazzi che non giocavano ancora nei propri club e che poi sono diventati successivamente ottimi calciatori.