HUAWEI Mate 40 Pro, lo smartphone green più sostenibile di sempre

HUAWEI Mate 40 Pro, lo smartphone green più sostenibile di sempre

Con Mate 40 Pro Huawei si è impegnata per ridurre del 28% gli imballaggi in plastica e diminuire del 90% la documentazione cartacea inclusa nella confezione, eliminando anche la garanzia. Meno 90% per quanto riguarda la documentazione inclusa con Huawei Mate 40 Pro, che non conterrà nemmeno la garanzia cartacea (rimarrà però disponibile in formato digitale da sito Huawei o tramite QR Code). Questa diminuzione nella produzione di carta riduce di oltre 12.000 tonnellate le emissioni di CO2, per una produzione di 10 milioni di unità. Huawei ha anche introdotto l'inchiostro di soia, totalmente decomponibile.

Huawei Mate 40 Pro punta ad affermarsi come lo smartphone più green di sempre.

"In Huawei, siamo pienamente consapevoli che tutto il comparto debba prendere decisioni coraggiose per affrontare le questioni ambientali che ci riguardano tutti ogni giorno di più".

Huawei ha quindi deciso di rimuovere l'involucro protettivo e di utilizzare solo il 3,8% di plastica nella confezione del Mate 40 Pro. "La riduzione significativa di plastica e carta negli imballaggi è solo il primo di una serie di passi che ci accingiamo a compiere verso un futuro sempre più green", ha commentato Isabella Lazzini, Marketing and Retail Director Huawei Italia CBG. Secondo quanto riscontrato nella ricerca commissionata da Huawei infatti, l'Italia è in cima alla classifica della vita sostenibile in Europa: il 76% dei consumatori italiani riciclano quotidianamente, a fronte del 55% del resto d'Europa. Imballaggio che vedrà calare in maniera sensibile la percentuale di carta e di plastica tra i materiali utilizzati. Il 71% vorrebbe l'eliminazione totale delle istruzioni per ridurre lo spreco di carta, mentre il 29% vorrebbe l'eliminazione totale della plastica nelle confezioni.

Il produttore cinese ha fornito altri dati per dimostrare il suo contributo alla creazione di un'economica circolare: oltre il 30% di bioplastiche derivate da olio di ricino, 1.468 tonnellate di rifiuti elettronici riciclati nel 2019, oltre 500.000 telefoni ritirati e riutilizzati dal 2015 ad oggi, aumento del 50% dell'efficienza energetica dei prodotti lanciati dal 2015 al 2019, riduzione di 89.000 tonnellate di CO2 dal 2012 al 2019 e 13,57 milioni di kWh di energia solare generati. L'obiettivo di Huawei è fornire un concreto contributo all'economia circolare.