Fondo perduto per gli esclusi dal DL Ristoro

Fondo perduto per gli esclusi dal DL Ristoro

La dote per i nuovi aiuti, secondo quanto riporta Open, è salita a circa 2,5 miliardi da poco meno di 2 previsti inizialmente. Bonus baby sitter di mille euro nelle zone rosse e congedi parentali se i figli sono in didattica a distanza. Queste nel dettaglio le misure, secondo quanto riposta il comunicato diffuso da Palazzo Chigi al termine del Cdm. I nuovi contributi a fondo perduto per le attività costrette a chiudere saranno cioè pari al doppio (il 200%) di quelli ottenuti con il decreto Rilancio di maggio nelle Regioni dichiarate zona rossa con l'ultimo Dpcm. È previsto un nuovo contributo a fondo perduto per specifiche imprese che operano nelle Regioni caratterizzate da uno scenario di elevata o massima gravità Il contributo sarà erogato seguendo la stessa procedura già utilizzata dall'Agenzia delle entrate in relazione ai contributi previsti dal decreto "Rilancio" e per quelli introdotti con il precedente decreto "Ristori".

Viene inoltre ampliato l'elenco dei codici ATECO che caratterizzano le attività alle quali deve ritenersi riconosciuto il beneficio in esame.

FONDO PER NUOVI CONTRIBUTI - "Viene istituito un fondo per compensare le attività delle Regioni che potrebbero venire interessate da future misure restrittive, per erogare futuri contributi in modo automatico". Nel caso in cui i genitori non siano in smart working, vi è invece un congedo straordinario con il riconoscimento di un'indennità pari al 50% della retribuzione mensile del genitore lavoratore dipendente.

La ministra Bellanova: "Nel Dl Ristori 2, 340 mln per filiere agricole, della pesca e dell' acquacoltura".

- Sostegno alla filiera agricola, pesca e acquacoltura È prevista la totale decontribuzione anche per il mese di dicembre per le imprese interessate dal primo decreto-legge Ristori, attive nei settori della filiera agricola, della pesca e dell'acquacoltura.

Sono previste misure urgenti per la decisione dei giudizi penali di appello e per la sospensione dei termini utili ai fini del computo della prescrizione, nonché dei termini di custodia cautelare nei procedimenti penali nel periodo dell'emergenza epidemiologica.

La dotazione del fondo per il trasporto pubblico locale è incrementata di 300 milioni di euro per il 2021, 100 dei quali possono essere utilizzati anche per servizi aggiuntivi destinati anche agli studenti.

È prevista la costituzione di un fondo per ristorare con un contributo a fondo perduto le perdite subite dalle attività economiche che hanno sede nei centri commerciali e per le industrie alimentari. Dopo soli nove giorni dall'emanazione del primo decreto-legge "Ristori", ancora prima dei tempi che avevamo previsto, l'Agenzia delle Entrate ha già disposto infatti i primi mandati di pagamento per un ammontare di quasi 1 miliardo di euro, per le attività economiche e produttive interessate dalle misure restrittive adottate con il Dpcm del 24 ottobre.

Viene prevista l'estensione ai mesi di ottobre, novembre e dicembre del credito d'imposta locazioni alle imprese che operano nelle zone rosse e che svolgono un'attività per la quale è previsto il riconoscimento del contributo a fondo perduto.

Il Decreto Ristori bis prevede un ampliamento delle categorie di attività beneficiarie del contributo a fondo perduto. Sempre per le zone gialle, anche per loro saranno posticipate le ritenute e i pagamenti Iva, ma solo per le attività chiuse.

Per le zone rosse slitta al 31 aprile 2021 l'acconto Ires e Irap, indipendentemente dal calo del fatturato.