Covid: Fontana, stima lombardi per sanitari non è cambiata

Covid: Fontana, stima lombardi per sanitari non è cambiata

"L'ordinanza firmata ieri dal Ministro Speranza ha decretato la zona rossa su tutto il territorio regionale senza alcuna possibilità di deroga". "Le disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 5 novembre 2020, in sostituzione di quelle del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 24 ottobre 2020, e sono efficaci fino al 3 dicembre 2020".

Nel nuovo Dpcm c'è il coprifuoco alle 22 in tutta Italia e misure ancora più restrittive per le Regioni ad alto rischio - al momento Lombardia, Piemonte, Calabria, Val d'Aosta - compreso il lockdown "light" alla tedesca.

In particolare, in queste quattro regioni, definite "zone rosse", non sarà possibile entrare né uscire, se non per motivi di comprovata necessità, tra cui salute e lavoro. Si è sempre consentito Posso comprare cibo da asporto? "E' consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza". Aperti, sia al dettaglio che nei centri commerciali, gli esercizi alimentari.Chiusi invece i mercati rionali, dove rimangono gli ambulanti che vendono cibi e bevande. Come l'apertura confermata degli, asili, elementari e prima media. Sospese tutte le attività dei centri sportivi.

Altra restrizione aggiuntiva prevista nelle aree rosse riguarda le attività sportive.

Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico.

Modello dell'autodichiarazione dal sito del Ministero dell'Interno. E mancano anche le risorse: "ristori immediati e esenzione delle tasse per le attività chiuse sono indispensabili". Se introducessimo misure uniche su tutto il territorio nazionale produrremmo da un lato di non adottare misure efficaci per regioni a maggiore rischio, e dall'altro imporre misure restrittive in aree meno gravi. Nel Dpcm è scritto che si può svolgere attività motoria "purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie".