Commissario sanità Calabria, spunta il nome di Pellegrino Mancini

Commissario sanità Calabria, spunta il nome di Pellegrino Mancini

Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini. E lui risponde: "Ne sarei onorato". Non si può scegliere un bravo medico, un bravo professionista calabrese per aiutare la sanità calabrese?

Il leader del Carroccio parla anche del caso Tallini, il presidente del Consiglio regionale calabrese arrestato per presunti legami con la 'ndrangheta: "Ho mandato a Gratteri gli auguri di buon lavoro, Tallini mi ha attaccato molte volte". Salvini ha chiesto ripetutamente nei giorni scorsi che venga scelto per il ruolo di commissario alla Sanità un calabrese. "Non capisco perché. Hanno tanti professionisti da scegliere tra Reggio, Catanzaro e Cosenza". Mario Giordano cita il virologo Massimo Galli, teorico delle feste in lockdown, e Matteo Salvini, in collegamento con Fuori dal coro, scuote la testa: "Io divento una bestia". L'interessato: "Non ne sapevo nulla". Il professore ha spiegato di non avere mai avuto modo di conoscere di persona il capo politico della Lega, ipotizzando che il suo nome sia stato fatto probabilmente per via dell'assenza di procedimenti giudiziari a suo carico.