Biden verso la Casa Bianca nomina Ron Klain capo dello staff

Biden verso la Casa Bianca nomina Ron Klain capo dello staff

Negli anni della vicepresidenza i rapporti con Biden si sono rafforzati, con Klain responsabile della risposta americana alla crisi dell'Ebola e capo di gabinetto dell'allora numero due di Obama.

Un ruolo fondamentale per cui il presidente eletto degli Stati Uniti si è affidato ad un veterano della politica, con cui Biden ha già lavorato sia negli anni Ottanta, sia alla Casa Bianca da vicepresidente. Argomento su cui è ferrato, avendo gestito una epidemia di Ebola durante il secondo mandato di Obama. Lo affermano, riporta Nbc, alcuni consiglieri del presidente.

Questa è la prima nomina annunciata dal team del Presidente eletto che sta conducendo il passaggio di consegne per Biden, nonostante non sia ancora arrivato il riconoscimento della sconfitta da parte di Trump.

La strategia di Trump potrebbe effettivamente mettere in discussione il voto, sulla base del fatto che la Corte Suprema della Pennsylvania ha interferito incostituzionalmente sull'autorità legislativa dello Stato, unica titolata a decidere tempo, luogo, e maniera dell'elezione federale e sulla selezioni degli elettori presidenziali. Biden ha lodato Klain in una nota distribuita dalla sua squadra per la transizione. "La sua profonda e variegata esperienza e la sua capacità di lavorare con gli altri nell'ambito di tutto lo spettro politico è precisamente quello di cui ho bisogno nel capo dello staff della Casa Bianca", aggiunge il presidente-eletto.

Ron Klain è il primo membro del nuovo staff presidenziale ad essere annunciato. "Sono onorato della fiducia del presidente eletto e darò il massimo per guidare un team di talento e diversificato alla Casa Bianca con Biden-Harris"- ha commentato l'avvocato statunitense. Il ruolo di Capo staff alla Casa Bianca è ampiamente riconosciuto come una posizione potente e influente, principalmente a causa del contatto quotidiano con il Presidente e del controllo del personale dell'Ufficio della Casa Bianca. Secondo Axios, che cita fonti, il presidente Usa "ha intenzione di distruggere Fox. Non ci sono dubbi". Gli spettatori di Fox sarebbero inevitabilmente nel mirino della nuova iniziativa e, fa notare Axios, il grande asso nella manica di Trump sono i contatti e-mail, i cellulari, i dati su potenziali clienti raccolti dalla sua campagna elettorale.