Balzanelli (Sis 118): "Ora finalmente anche il Cts raccomanda l'uso del saturimetro"

Balzanelli (Sis 118):

Infatti questo apparecchio medico permette di misurare il livello di ossigenazione del sangue e quindi di individuare e affrontare con tempestività l'insorgenza delle polmoniti. Il saturimetro, come anche l'uso del termometro sono i primi alert che possono indicare una possibile condizione di positività al contagio da Covid-19.

Secondo il comitato tecnico scientifico sarebbe importante che ogni famiglia avesse un saturimetro.

"I saturimetri sono straordinariamente utili - ha detto il presidente del Consiglio superiore della Sanità e membro del Cts, Franco Locatelli - per considerare la compromissione respiratoria anche all'inizio, con bassi livelli di saturazione dell'ossigeno". Quindi l'amministrazione pubblica dovrebbe cercare di dotare di saturimetri i medici di base, per poi arrivare a tutti i soggetti infettati, evitando in questo modo che si ripetano situazioni critiche nei pazienti, che potrebbero portare a un sovraffollamento nei reparti di pronto soccorso degli ospedali.

Sulla questione del saturimetro è intervenuto anche Luca Richeldi, direttore di pneumologia del Gemelli di Roma e membro del comitato tecnico scientifico. "Ma se avere 38 o 39 non fa questa differenza sapere invece il valore di saturazione dell'ossigeno può dirci se abbiamo una polmonite in corso". Fisiologicamente, la saturazione si attesta tra il 95 e il 100%. Al di sotto del 90% indicano una condizione di patologia.