Usa, presidenziali 2020: Biden vince la sfida a distanza con Trump

Usa, presidenziali 2020: Biden vince la sfida a distanza con Trump

A conquistare il "secondo round" del match per la corsa alla Casa Bianca è stato lo sfidante dem, con il presidente Trump mai come questa volta in difficoltà. Merito soprattutto di Savannah Guthrie, 48 anni, anchorwoman della Nbc divenuta la vera protagonista della serata.

E io ho risposto: 'No, non sono io'. Sui social è la nuova eroina dei democratici, poiché durante l'intervista è stata agguerrita, determinata, e non disposta ad accettare risposte evasive sulla gestione della pandemia, sulla minaccia dell'estremismo di destra, sulle dichiarazioni fiscali mai pubblicate dal presidente.

"Anche se la commissione ha cancellato il dibattito che avrebbe dovuto esserci stasera, il presidente Trump ha sonoramente battuto Savannah Ghuthrie nel suo ruolo" di rappresentare Joe Biden, ha affermato la campagna di Trump, sottolineando che il presidente si è districato dagli "attacchi di Guthrie e ha interagito con gli elettori". "Questo è il più grande scandalo politico da quando Obama ha spiato la mia campagna", ha detto Trump. Intanto lo stesso Biden è risultato negativo all'ultimo test anti-covid, resosi necessario dopo la positività di un passeggero che ha volato con lui. Twitter ha deciso di interrompere la possibilità di accedere al link dell'inchiesta o di far circolare le immagini interne all'articolo, ma per una ragione differente.

Trump ha insistito sul fatto che "la famiglia Biden è una famiglia criminale organizzata, una famiglia che ha ceduto il potere ai marxisti nel suo partito".

"Le indagini da parte dei media e di due commissioni del Senato a guida repubblicana sono giunte tutte alla stessa conclusione - ha replicato il portavoce di Biden, Andrew Bates, in merito alle mail citate dal New York Post - ossia che Joe Biden ha portato avanti la politica ufficiale degli Stati Uniti nei confronti dell'Ucraina e non ha commesso alcun illecito".