Spazio: due russi e un americano decollati verso l'Iss

Spazio: due russi e un americano decollati verso l'Iss

Un commentatore televisivo della NASA ha detto che tutto si è svolto nella norma, citando le comunicazioni tra il controllo della missione russo e l'equipaggio, con la capsula entrata in orbita con successo. La navicella Soyuz MS-17 è decollata nella mattina del 14 ottobre con un booster Soyuz 2.1a dal Cosmodromo di Baikonur, sito in Kazakistan, portando il suo equipaggio internazionale nello spazio per un rapidissimo rendez-vous di tre ore a due orbite con la Stazione. Solo una nave spaziale cargo Progress senza pilota ha utilizzato in precedenza questo profilo di viaggio, che richiede solo due orbite prima di attraccare.

I nuovi "inquilini" della ISS verranno accolti dal comandante Chris Cassidy e dai cosmonauti Roscosmos Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner, il cui rientro è previsto tra pochi giorni. I sei membri dell'equipaggio presteranno servizio insieme per sette giorni prima che Cassidy, Ivanishin e Vagner tornino sulla Terra sulla Soyuz MS-16, lasciando Rubins, Ryzhikov e Kud-Sverchkov per iniziare la Spedizione 64.

La spedizione 64 sarà composta da tre persone fino al lancio della missione SpaceX Crew-1 che vedrà l'arrivo di altri quattro astronauti: Michael Hopkins, Victor Glover e Shannon Walker della NASA e l'astronauta Soichi Noguchi della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) a bordo di una navicella Dragon.