Sanità Roma, l’allarme della farmacista: non abbiamo vaccini antinfluenzali

Sanità Roma, l’allarme della farmacista: non abbiamo vaccini antinfluenzali

Nino Cartabellotta mostra preoccupazione per la scarsa disponibilità di vaccino antinfluenzale nelle farmacie, che ritiene riconducibile in primis al Ministero della Salute e alla maggior parte delle Regioni che non hanno previsto con largo anticipo la necessità di aumentare le scorte anche per le categorie non a rischio. Al momento le regioni hanno ceduto alle farmacie l'1,5% delle dosi acquistate (circa 250.000), prevedendo di ampliare tale dotazione se nel corso della campagna dovessero rendersi disponibili altre dosi.

"Noi eravamo già la Regione che più dava alle farmacie, non è molto". "Il vaccino influenzale in Sicilia viene identificato con l'arrivo dell'inverno - spiega all'ANSA Letizia Di Liberti, dirigente generale del dipartimento attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico della Regione Siciliana - pertanto il nostro decreto come sempre si uniforma a quello nazionale e dice che si parte dal 5 ottobre e quindi siamo pronti, ma di solito i cittadini si rivolgono al proprio medico sempre i primi di novembre, quando arriva il freddo". Lo ha detto il presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, a 'Porta a Porta' su Raiuno, parlando delle dosi di vaccino contro l'influenza alle farmacie, in Emilia-Romagna pari al doppio della quota destinata in base all'accordo. "Questa è la considerazione che anche in conferenza stiamo facendo".

L'Asl Salerno annuncia che da domani, giovedì 1° ottobre, avrà inizio la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2019/2020. E per tutti gli altri, adolescenti, lavoratori, 50enni, che vogliono comunque aderire alla campagna di vaccinazione? Sono state acquistate dosi per oltre la metà della popolazione, obiettivo della Regione Puglia, infatti, è riuscire a vaccinare quante più persone possibili. "I vaccini saranno offerti a tutti coloro che ne hanno diritto con le priorità sugli stati di gravità e non ci sarà bisogno di fare "corse", esponendosi a rischi inutili", comunica Scotti.

Attraverso un database realizzato ad hoc, la Fondazione Gimbe ha analizzato i dati ottenuti dai bandi di gara delle forniture vaccinali antinfluenzali.

2' di lettura Senigallia 30/09/2020 - Alcuni giorni fa, l'equipe territoriale dei medici di famiglia di Senigallia, da me coordinata, si è incontrata con la d.ssa Vania Moroni del S.I.S.P. (Sevizio Igiene e Sanità Pubblica) di Senigallia per individuare delle forme di collaborazione, ulteriormente potenziate rispetto gli scorsi anni, per la somministrazione vaccinale antifinluenzale 2020.